Perché l’orso è simbolo di Biella, significato e origini dello stemma

La Fontana dell'Orso ai Giardini Zumaglini di Biella
La Fontana dell'Orso ai Giardini Zumaglini di Biella

Analizzare gli stemmi araldici ci può aiutare a capire meglio la storia e i significati che si celano dietro alle figure in essi raffigurate. In particolar modo lo stemma di Biella è conosciuto poiché riporta raffigurato un orso, ma perché l’orso è simbolo di Biella?

Lo stemma di Biella raffigura un orso posto davanti ad un albero in mezzo a un prato verde.

L’origine dello stemma cittadino ha radici molto antiche e si lega a una concessione del vescovo di Vercelli in riconoscenza alla guarnigione di Biella per il servizio prestato nel 1306 contro Fra Dolcino da Novara, predicatore accusato di eresia dall’Inquisizione e rifugiatosi sulle pendici del Monte Rubello, nei pressi di Mosso e Trivero.

La sua più antica menzione risale, tuttavia, al 1344, quando cominciò a comparire sui sigilli e i marchi utilizzati per conferire valore giuridico ai documenti.

Lo stemma di Biella, perché l'orso è simbolo di Biella?
Lo stemma di Biella, perché l’orso è simbolo di Biella?

Perché l’orso è simbolo di Biella?

La scelta dell’orso quale simbolo della città venne influenzata anche da alcuni fattori. Sorvolando il fatto che gli stemmi di altre regioni o aree limitrofe già adottavano i simboli più comuni raffiguranti l’aquila o il leone, ciò che più influì la scelta dell’orso fu la presenza di questo animale nelle valli locali, molto frequente nel 1300.

La popolazione del Biellese, inoltre, era solita consegnare la testa di ogni orso ucciso, proprio al vescovo di Vercelli.

Considerando il significato simbolico, il blasone biellese si discosta leggermente dagli altri stemmi raffiguranti l’orso, nei quali l’animale è simbolo di abilità, prodezza e fierezza belliche. Nella concezione locale è più legato alla simbologia cristiana antica, secondo cui indica la Provvidenza e la Chiesa.

Un richiamo a questa simbologia lo si trovava nel vecchio tempio di Santo Stefano già nel 1100, ove delle teste d’orso sorreggevano gli archetti pensili che lo decoravano.

La pianta e il prato nello stemma di Biella

La pianta venne interpretata in vari modi, ma l’interpretazione più attendibile ritiene che si tratti di un faggio, albero largamente diffuso nel Biellese, certamente in quantità maggiore rispetto a olmi, betulle o pini.

Il significato araldico del faggio rappresenta la vita moderata e lontana dalle tentazioni, mentre il prato verde simboleggia l’autorità, la forza e la vittoria, ma anche la fede, la cortesia, la civiltà, l’amicizia e l’onore. In ambito agreste il prato è anche un augurio di buon raccolto.

Questi sono, in linea di massima, i significati dei simboli raffigurati dallo stemma di Biella, speriamo inoltre di aver saziato la tua curiosità di sapere perché l’orso è simbolo di Biella.

Come di consueto, però, un simbolo può avere spesso varie interpretazioni e non si esclude che possa racchiudere altri significati. Se ritieni di conoscere un altro motivo per cui l’orso biellese è simbolo della città, o se vuoi aggiungere qualche precisazione o informazione, puoi farlo lasciando un commento al fondo di questa pagina.

Non ti resta che venire a scoprire il Biellese per cercare l’orso sparpagliato un po’ ovunque nella nostra provincia.

Stemma di Biella, l'orso e il faggio su campo verde
Stemma di Biella, l’orso e il faggio su campo verde



Booking.com

Promo

Informazioni su Gian Luca Sgaggero 53 Articoli
Classe '79 e instancabile viaggiatore, dal 2010 mi occupo di promozione turistica per mezzo del mio travel blog Viaggia e Scopri, che da una passione è diventato una professione. ExploreBiella è uno dei miei tanti progetti, nato per far conoscere e promuovere il Biellese nel mondo.